Pesta la moglie e la figlia di pochi mesi tra le sue braccia

Sono sempre di più le segnalazioni di aggressioni casalinghe in questo periodo di quarantena.

“Ti ammazzo”. Pugni e calci alla compagna e alla figlia neonata: arrestato un 40enne

L’ultimo caso è raccontato dal quotidiano Il Mattino, dove agenti della Polizia di Stato sono dovuti intervenire in un appartamento.

Roma – Un uomo è stato arrestato per aver aggredito la compagna e colpito anche la figlia di pochi mesi. Nella mattinata di giovedì scorso, gli agenti della Polizia di Stato del commissariato San Giovanni, insieme a una pattuglia del Reparto Volanti, sono intervenuti per una lite in famiglia.

Sul posto alcuni inquilini riferivano agli agenti di aver sentito dei pianti e delle grida provenire da uno degli appartamenti. In particolare una voce maschile che urlava minacciando qualcuno.

Gli agenti, entrando nell’appartamento si trovavano davanti una donna in lacrime, molto spaventata, con una neonata tra le braccia che presentava una ecchimosi sulla testa.

Questa riferiva di avere avuto una lite violenta con il compagno, il quale l’avrebbe colpita con calci e schiaffi ed aggiungeva che nella foga aveva colpito anche la figlia di 3 mesi.

L’uomo, per nulla intimorito dalla presenza dei poliziotti, ha continuato a minacciare di morte la compagna, minacciando anche loro. L’episodio è raccontato da Il Messaggero, Il Mattino e da Fanpage.