Il paese in Liguria dove non c’è neanche un contagio: “i residenti sono molto attenti alle indicazioni e non si muovono da casa”

Emergenza coronavirus. C’è un paesino in Liguria, che se non fosse per le restrizioni (e forse è salvo proprio grazie quello), sembrerebbe essere completamente fuori dai disagi e dalle storie tragiche che porta con se il Covid-19.

Nessun positivo tra gli abitanti.

A oggi – spiega il sindaco Giorgio Bernardinnon abbiamo casi di cittadini positivi. I residenti di Bonassola sono molto attenti alle indicazioni e non si muovono da casa.

Inoltre, stiamo distribuendo a tutti le mascherine che ci sono state fornite dalla Protezione civile. Abbiamo invitato gli abitanti delle seconde case a non venire. Quei pochi che sono arrivati, sono stati monitorati e sono in quarantena”.

Si tratta di Bonassola, in provincia di Spezia. Meno di mille abitanti.
Secondo quanto riferito dal primo cittadino, tra i circa 900 residenti risultano zero contagi da Covid-19.

In previsione dell’estate

Gli stabilimenti balneari si stanno attrezzando, anche adottando delle misure che consentano il distanziamento di almeno un paio di metri tra gli ombrelloni e diminuendo drasticamente il numero delle cabine. Si pensa a ingressi contingentati. Il problema sono le spiagge pubbliche perché qui a Bonassola ricoprono una fetta importante del litorale, molto di più di quanto prevede la legge. Come possiamo regolamentare l’accesso, quando ogni estate c’è un flusso continuo di turisti dal treno alla spiaggia? Non abbiamo un numero sufficiente di agenti di Polizia locale per fare i necessari controlli”.

Le tasse

L’amministrazione comunale ha sospeso il pagamento delle tasse comunali fino a inizio ottobre e la Tari per utenze domestiche dal 31 maggio al 31 luglio per venire incontro alle attività commerciali.

Qui si vive di turismo: gli alberghi e i locali sono chiusi e molti rischiano di perdere il lavoro nel settore Gli stabilimenti balneari si stanno attrezzando per adottare un distanziamento di almeno 2 metri tra gli ombrelloni e per limitare il numero delle cabine”.