Fase 2: “se i contagi risalgono, pronti a tornare al lockdown. Anche tra un mese”

per evitare che questa malattia si confonda con quella da coronavirus», spiega. Sui centri estivi, «ad oggi non ci sono le condizioni per pensare di riaprirli quest’estate. Poi vediamo come evolvono i dati».

Guardando alla scuola, le aule in quest’anno scolastico non riapriranno, perché, considerando anche gli spostamenti per raggiungerle, «rappresentano un rischio significativo rispetto alla circolazione del virus», dice Silvio Brusaferro. Quanto alla riapertura delle scuole a settembre, «anche per questo dobbiamo vedere come evolve la circolazione del virus. Adesso è presto per dire quale sarà la situazione a settembre». Sugli anziani, «potranno fare due passi ma in modo protetto ed evitando più degli altri tutte le condizioni di aggregazione sociale. Lo so, alcuni disagi ci sono ma vale la pena affrontarli», conclude Brusaferro.