Folla in strada per la processione, la vigilessa filma con il cellulare. Scoppia la polemica

Arriva dal web una ennesima polemica di cui, forse, non si sentiva bisogno in questo periodo già tanto complicato per le forze dell’ordine e gli operatori impegnati sulla strada.

Nella giornata del 1 Maggio è stata segnalata, attraverso gruppi facebook poi ripresi sui giornali, una folla in strada, per le vie di Barletta, la processione della Madonna.

Ad essere denunciata dai social non è però la folla, ma una vigilessa, colpevole, sembra, di aver filmato l’evento col telefono mentre era in corso la processione del quadro della Madonna dello Sterpeto. Al momento non ci è dato sapere di eventuali provvedimenti di chi ha trasgredito al dpcm. Saremo ben lieti, eventualmente, di aggiornarvi.

Il fatto

Come ogni primo giorno di Maggio, spiega invece il quotidiano Leggo, l’icona della patrona ha percorso le vie del centro fino alla cattedrale.

E il problema è il seguente: la processione avrebbe dovuto svolgersi nel rispetto delle norme del distanziamento sociale imposte dall’emergenza coronavirus, ma qualche cosa, come evidenziato dalle immagine, è andato storto.

Al passaggio del carro infatti sono numerose le persone avvicinatesi per omaggiare la patrona. Neanche le forze dell’ordine sarebbero intervenute.

A riportare l’accaduto su Facebook, come spiega Leggo, coordinatore del Sistema regionale di gestione integrata della sicurezza sul lavoro e in prima linea contro Covid “L’ospedale di Barletta (dove sono medico competente del lavoro e sicurezza) – scrive sul social – oggi conta, tra mille sforzi, zero operatori ammalati. Uno sforzo immane merito dei lavoratori. Ecco, però, cosa è accaduto in città per l’arrivo della Madonna dello Sterpeto e relativa processione. Poi non lamentatevi. Qui miracoli non se ne fanno. Sono indignato per tanta ignoranza e superstizione”.

Una denuncia importante, è evidente. Il problema del distanziamento sociale e le difficoltà a metterlo in pratica è argomento quotidiano. Probabilmente però, in alcune occasioni risulta davvero complesso far rispettare perfettamente le norme.

Molte manifestazioni, non a caso, già organizzate con mesi e mesi di anticipo, ogni giorno vengono annullate.