FaceApp, novità privacy. Ma occhio alla versione fake e il pericolo virus nei cellulari

FaceApp, oramai lo conosciamo tutti, è la app più in voga in questo periodo e come ogni app del momento vanta nunmerose versioni fake che, come ben immaginabile, possono nascondere insidie.

FaceApp, alzi la mano chi non l’ha usata! Sono ben poche infatti le persone che hanno resistito all’idea di vedersi nei panni dell’altro sesso.
Avevamo già conosciuto la App lo scorso anno, in occasione della trasformazione in “anziani”. Adesso la possibilità è quella di vedersi nell’altro sesso.

Le proteste sollevate l’anno scorso sulla privacy, spiega un articolo del Sole 24 Ore, sembrano avere avuto effetto perché l’azienda dichiara di avere cambiato le proprie regole di ingaggio nei confronti della gestione dei nostri dati.

Come scrive Ernesto Belisario, esperto in Diritto delle nuove tecnologie, “le foto saranno utilizzate solo per fornire agli utenti il servizio richiesto e che saranno cancellate dal fornitore entro 48 ore dal caricamento e modifica della foto”.

Lo scorso anno era circolata una versione fake dell’App capace di installare nei cellulari virus alquanto fastidiosi. Il malware si chiamava Mobidash e inondava l’utente di messaggi pubblicitari, fino a rendere lo smartphone praticamente inutilizzabile. Il consiglio è sempre quello di fare attenzione alle applicazioni che scaricate.