Condividi

dieta-5-kg_O1Un frullato di pere con spezie a colazione. Poi a pranzo un’insalata tiepida di spinaci con arance e semi di girasole. E infine a cena uno stufato di spigola con pomodorini dorati e peperone dolce. Il tutto accompagnato da una sangria alla melagrana o un frullato di mirtilli, banana e basilico.

Sono queste alcune delle originali ricette proposte dal volume «», pubblicato dalle Edizioni Plan di Loreto (Ancona) e curato nell’edizione italiana da Fabio Piccini, medico e ricercatore in scienza della nutrizione.

 Il libro propone un vero e proprio ricettario per la prevenzione a tavola di questa patologia, facendo ricorso alle informazioni fornite della ricerca scientifica più recente. «Il segreto è tutto nella dieta mediterranea, che è forse il regime alimentare che, più di altri, riesce a fornire una protezione completa contro l’Alzheimer e a farlo in un modo decisamente delizioso per il palato», spiega Piccini, che è ricercatore all’Università Politecnica delle Marche. «In questo libro cercheremo di insegnarvi un nuovo modo di pensare al cibo e di cucinarlo, in maniera da garantire una protezione sicura al vostro corpo e al vostro cervello per gli anni a venire».

«La dieta anti-Alzheimer» è stato scritto negli Stati Uniti da un medico e uno chef: Marwan Sabbagh è un neurologo geriatra, direttore del Banner Sun Health Research Institute, mentre Beau MacMillan è lo chef del ristorante Sanctuary di Camelback Mountain. Le 250 pagine del volume si aprono con un’ampia panoramica su ciò che dice oggi la scienza sull’Alzheimer e sull’efficacia della dieta mediterranea come prevenzione completa contro questa patologia.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLORIANA E' SCOMPARSA: Gradita la condivisione
Prossimo articoloOCCHIO AL VIRUS: se ricevete questo messaggio...