Condividi

Oramai si usa sempre di più pubblicare scontrini sui social, in particolar modo quando non in accordo con i prezzi richiesti. Oggi è la volta del caso di Jesolo e conseguente polemica.

Protagonista una coppia che si è fermata a fare l’aperitivo in spiaggia e alla quale sullo scontrino sono stati addebitati 30 centesimi per l’acqua data al cane.

Come prevedibile, sul social è un fiorir di commenti, soprattutto insulti nei confronti dei commercianti. Ma tra i tanti messaggi c’è anche chi ha dato una spiegazione del caso. “Vergognatevi tutti, una grande perdita di tempo ed energie per una famiglia onesta che paga le tasse e lavora duramente: io ero lì e i 30 centesimi erano per la coppetta di cartone senza mettere in conto il personale che deve servire il cane dell’acqua”, ha scritto una utente.

E un altro: “3.50 x aperitivo, servito in spiaggia. Nessun supplemento come accade in tanti altri locali. 0.30 centesimi l’acqua per il cane, servita in un contenitore apposta. Il personale ha lavorato, tempo e materie prime per quanto di poco valore, vanno pagate.”

Insomma e il servizio si paga

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteScarcerazione di Carola Rackete sbagliata, la procura di Agrigento smonta l'ordinanza: "senza fondamento giuridico"
Prossimo articoloIncidente di Alcamo, morto anche il fratellino di 9 anni

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.