Rifiutano di accompagnare in bagno un alunno disabile: denunciati preside e due bidelle

Rifiutano di accompagnare in bagno un alunno disabile: denunciati preside e due bidelle

Il grave episodio si è verificato in una scuola superiore di Cassino. Le indagini dei carabinieri hanno confermato quando dichiarato dai genitori disperati

Si sono rifiutati di accompagnare in bagno un alunno disabile che ne aveva forte necessità

Per questo due bidelle e un preside sono stati denunciati

Succede a Cassino.

“Non è di nostra competenza”, avrebbero risposto il preside di una scuola superiore di Cassino e due collaboratrici, che secondo quanto riportato dai media locali si sarebbero rifiutati di accompagnare in bagno uno studente disabile ed evidentemente bisognoso di assistenza e non in grado.

 

 

Le conseguenze di questo rifiuto? Una vera e propria umiliazione.

L’alunno sarebbe tornato a casa con i pantaloni bagnati di urina e come si può comprendere, fortemente provato.

Le condizioni del ragazzo sono state immediatamente notate dai genitori una volta rientrato in casa

La vicenda sarebbe avvenuta nel mese di novembre. L’umiliazione per suo figlio avrebbe spinto la mamma a sporgere denuncia contro il dirigente scolastico dell’Istituto.

 

La denuncia e le indagini

Come riporta FrosinoneToday, i carabinieri del capitano Ivan Mastromanno e del luogotenente Gennaro Raucci hanno indagato per settimane insieme alla Procura, fino a quando i tre indaganti non sono stati denunciati per “omissione di atti d’ufficio”.

Secondo quanto appurato dai militari dell’Arma l’alunno disabile al 100% e con grave ritardo cognitivo, residente nel Cassinate, non veniva sostenuto neanche nel lavarsi le mani.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche