Condividi

Tensione alle stelle al carcere: 40 detenuti in rivolta, gettano olio in terra e minacciano di dar fuoco

I detenuti non sono voluti entrare in cella, lamentando di non avere a disposizione acqua fredda, ma solamente calda, di non avere carta igienica e altri oggetti, minacciando di far fuoco alle celle

C’ è altissima tensione al carcere di Capanne. Questa notte, venerdì 30 giugno, i detenuti (circa una quarantina) hanno dato vita a una vera e propria rivolta violenta. “Una situazione molto critica: anche se ora è tornato tutto alla normalità, i detenuti non sono voluti entrare in cella, lamentando di non avere a disposizione acqua fredda, ma solamente calda, di non avere carta igienica, suppelletili ed oggetti di prima necessità – denuncia Fabrizio Bonino, segretatio nazionale per l’Umbria del Sindacato Autonomo della Polizia (Sappe).

A quel punto i detenuti hanno minacciato di dar fuoco alla Sezione, gettando olio in terra e tutto quello che avevano, sfidando così gli agenti della polizia penitenziaria. Solamente l’intervento del Comandante di reparto ha allentato un pò la tensione, anche se i detenuti – come spiegato da Fabrizio Bonino – sono stati fuori dalle loro celle fino a tarda notte.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAttenzione al bollettino del Registro Telematico Imprese, ecco perché non dovreste compilarlo
Prossimo articoloVIDEO: LADRI RAPINANO FARMACIA.