42 furbetti del reddito di cittadinanza scovati tra Napoli, Lecce, Sora e Corleone

Ventiquattro furbetti del reddito di cittadinanza scovati a Napoli, tra loro parcheggiatori abusivi. Ma numerose sono state le operazioni di controllo tra il centro e il sud Italia in queste ultime ore.

La Guardia di Finanza di Napoli ha individuato ben ventiquattro “furbetti” del reddito di cittadinanza che incassavano il contributo senza avere i requisiti previsti. Tra di loro anche parcheggiatori abusivi e contrabbandieri di sigarette.

I militari hanno denunciato e segnalato all’Inps 24 persone, di età compresa tra i 25 e i 63 anni, che hanno percepito indebitamente il “Reddito di cittadinanza” per complessivi 267.000 euro.

Tutte le persone denunciate hanno omesso di dichiarare qualsiasi forma di reddito, anche percepita da altri componenti del nucleo familiare.

Analoga situazione in provincia di Lecce dove, con ispezioni fatte a campione, sono stati individuati dodici furbetti. Altri quattro a Sora, nel frusinate.

Altri due cittadini sono finiti nel mirino delle Fiamme Gialle in Sicilia. Uno dei due, un cinquantenne condannato per associazione mafiosa che però aveva chiesto e ottenuto il reddito di cittadinanza. L’uomo era stato arrestato in un’operazione dei carabinieri insieme al fratello di Totò Riina, Gaetano, nel 2011.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche