Gran Bretagna, a Bristol la prima statua dedicata a Black Lives Matter

L’immagine di una ragazza con il pugno alzato è stata installata nelle prime ore del giorno sul piedistallo che ospitava l’effige di Edward Colston, lo schiavista inglese: rimossa a giugno dai manifestanti

Bristol – Ricordiamo tutti la statua di Edward Colston, schiavista inglese del XVII secolo, abbattuta e gettatain acqua nel corso di una manifestazione Black Lives Matter, il movimento di protesta antirazzista americano.

Al suo posto, a poco più di un mese di distanza è stata posizionata proprio una statua del Black Lives Matter. A raccontarlo è il “Guardian”.

La statua, eseguita da Marc Quinn, ritrae una ragazza nera, con il pugno chiuso, verso l’alto, che manifesta. La statua ritrae Jen Reid, una giovane donna inglese di Liverpool.

All’evento si sono presentati l’artista e la manifestante insieme ad altri attivisti per innalzare la scultura al posto di quella di Colston, che aveva scatenato un intenso dibattito in Regno Unito sulla memoria e sul significato delle statue, la cui preservazione, anche di quelle dei personaggi più scomodi, è stata difesa apertamente dal premier britannico Boris Johnson.

Stupore e approvazione da parte degli abitanti di Bristol, che non si aspettavano un epilogo simile. Ma Bristol, ricordiamo, è anche la città del noto quanto misterioso artista Banksy.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche