Condividi

È scomparso prematuramente, poco più che sessantenne vittima di un implacabile ictus, il Carabiniere Arcangelo Sorvillo, molto noto in Calabria. Da poco in quiescenza, aveva lavorato conferendo lustro all’Arma nell’ottemperanza del dovere sia a Sibari che ad Acri, centro in cui si era, poi, radicato.

Originario di Salerno, lascia la moglie Anna e tre i figli Luana, Luca e Rosaria, gli ultimi due molto noti nell’ambiente della danza sportiva regionale e nazionale e punto di riferimento, soprattutto, per centinaia di bambini e ragazzi calabresi. I colleghi e coloro che lo conoscevano lo ricordano come “persona eccezionale, ligia, dedita al dovere ed agli affetti familiari”. Ai suoi cari le condoglianza

fonte: ladenuncia.it

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLa Polizia di Stato stronca un giro di spaccio: 100 kg di droga sequestrata!
Prossimo articoloGenova. Deceduto il bimbo lanciato dalla finestra di casa per salvarlo dall'incendio. Autorizzato l’espianto degli organi