Condividi

Buone notizie per i consumatori europei: addio ai costi aggiuntivi del roaming all’interno dell’Ue. Negli scorsi giorni era stata paventata l’ipotesi di una proroga di un anno, ma chi utilizzerà il telefono in altri paesi europei, dal prossimo 15 giugno, lo farà senza pagare un esborso importante. Via libera definitivo del Parlamento europeo allo stop ai costi aggiuntivi del roaming.

Con 549 voti favorevoli, 27 contrari e 50 astenuti, l’Assemblea di Strasburgo ha votato l’accordo raggiunto con Commissione e Consiglio Ue per azzerare dal prossimo 15 giugno le maggiorazioni alle chiamate effettuate all’estero dagli utenti.

Lo riporta l’AdnKronos. Il voto è stato accolto positivamente dal commissario Ue per il mercato unico digitale Andrus Ansip. “Questo è un grande risultato per tutti noi”, afferma in una nota. “Dopo circa 10 anni l’Ue sta mettendo definitivamente fine all’ansia del roaming che ha tormentato l’Europa si dagli inizi dell’era dei cellulari”.

 

Leggo

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteSummit Florida, nervosismo in Asia: ora la Cina teme un attacco di Trump contro Pyongyang
Prossimo articoloAvanti un altro chiude i battenti: ecco il programma che prenderà il posto del game show di Paolo Bonolis