Condividi

“Non può riprendere”, gli dice allora un altro poliziotto. “E se invece fossi un reporter?”, insite il ragazzo, che viene avvicinato da un uomo. “Io non sto né da una parte né dall’altra”, gli dice.

“Stanno facendo il loro lavoro. Se ti arriva un cazzotto in faccia, cosa fai?”. Ma il ragazzo con il telefono non vuole sentire ragioni “Ci sono modi e modi”. “E allora perché non ci sei andato tu?” gli chiede il signore. “Io non sono un pubblico ufficiale” la scusa del ragazzo.

L’africano si è finito in una cella di sicurezza nella Questura milanese, in attesa di giudizio. E’ accusato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate.

Gli agenti sono stati visitati in ospedale e uno di loro ha riportato delle problematiche alle vertebre cervicali, con prognosi di 20 giorni.

GUARDA IL VIDEO

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteInseguimento tra Carabinieri e Ape Car: l'esito è scontato
Prossimo articoloSperona e cerca di investire i militari che lo inseguono: Carabiniere spara un colpo

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.