Condividi

Il giudice non ha ritenuto che vi fossero gli elementi della flagranza o della quasi flagranza per consentire l’arresto. Il processo riprende il 2 maggio 2016

Il tribunale le di Udine non ha convalidato l’arresto dei tre giovani stranieri, due albanesi e un marocchino, arrestati lunedì mattina dalla Polizia quali presunti autori dell’aggressione all’autista della Saf, colpito a calci e pugni – dopo averlo inseguito – con l’autobus in movimento e diversi passeggeri a bordo per non aver atteso abbastanza alla fermata del mezzo.

LE RAGIONI. Il giudice non ha ritenuto che vi fossero gli elementi della flagranza o della quasi flagranza per consentire l’arresto. E non ha neppure disposto la misura dell’obbligo di firma chiesta dalla Procura della Repubblica perché, come hanno spiegato i difensori all’agenzia Ansa, «non c’è prova del loro coinvolgimento nella vicenda, non c’è neppure il più flebile indizio di colpevolezza».

NUOVA DATA. Scarcerati i tre giovani, il giudice ha concesso un termine a difesa, aggiornando il processo al 2 maggio.

Fonte UdineToday
10 Dicembre 2015

l

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteFACEBOOK: IN ARRIVO IMPORTANTI NOVITA'. ECCO QUALI SONO
Prossimo articolo"Servizi e segreti", il nuovo libro del generale Mori