Condividi

Un’altra tragedia causata dalle armi in una scuola americana. A Birmingham, in Alabama, una studentessa di 17 anni è morta dopo essere stata raggiunta da colpi di arma da fuoco, esplosi ‘accidentalmente’, riferisce la Polizia. Un coetaneo è rimasto ferito e trasportato in ospedale, così come una terza persona che non è uno studente e le cui condizioni, riferiscono media locali, non sono note. Non è ancora chiara la dinamica dell’episodio, secondo quanto riferito dall’Ansa.

“Al momento stiamo trattando l’episodio come accidentale”, ha detto il capo della Polizia di Birmingham, Orlando Wilson, in una conferenza stampa. “Ci sono molte domande che per ora restano senza risposta”, ha aggiunto, senza specificare quale tipo di arma sia stata usata. Le autorità hanno però confermato che la sparatoria non è stata opera di qualcuno che si è introdotto nella scuola e che i metal detector erano in funzione, mentre non si ha notizia di arresti, anche se media locali hanno riferito di una persona fermata ma subito rilasciata.

La Camera statale della Florida ha approvato una legge sulla sicurezza nelle scuole che prevede restrizioni sulla vendita di fucili e un programma per armare gli insegnanti. Il testo passa adesso alla firma del Governatore per entrare in vigore. La misura è stata approvata con 67 voti favorevoli e 50 contrari, riflettendo gli umori misti in aula con repubblicani e democratici sia a favore sia contrari. Il testo raccoglie però in generale il sostegno delle famiglie delle vittima della strage nella scuola di Parkland.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteForlì, arrestata coppia di conviventi per truffa e violenza sessuale
Prossimo articolo"Lotto Marzo": rischio scioperi in tutta Italia