Alda D’Eusanio multata per una mascherina rotta denuncia: “400 euro, così vessano i cittadini”

Multata perché indossava una mascherina rotta, questo è quanto racconta Alda D’Eusanio.

La famosa conduttrice ha pubblicato la sua protesta, il disappunto attraverso Instagram in cui spiega di essere stata fermata dalla Guardia di Finanza.

I finanzieri, secondo il racconto, le avrebbero fatto una multa di 400 euro perché secondo gli agenti stava indossando in modo errato la mascherina, tenendo scoperta la bocca.

Alda, continua il racconto, ha spiegato che la mascherina in questione le si era rotta mentre andava al bar sotto casa.

Lo sfogo di Alda D’Eusanio

“Un cittadino non è nemmeno più libero di uscire di casa e prendere un caffè, che si ritrova agenti della Guardia di Finanza che lo multano e lo sanzionano per il semplice fatto che non si è portato dietro la scorta di mascherine. Inseguono i cittadini che non sono più liberi neanche di entrare in un bar. Erano in tre, nemmeno uno, e noi paghiamo. Non arriva la cassa integrazione, non arrivano i 600 euro, non arrivano gli aiuti, ma arrivano tre agenti a multare perché ti si è rotta la mascherina”.

Continua “Un’ora e mezza e sto ancora aspettando che mi notifichino questa sanzione, mi hanno detenuta in piazza mentre i mafiosi sono stati rimandati a casa per il coronavirus, i cittadini onesti così si sentono vessati”.

La conduttrice ha poi spiegato che il suo sfogo era finalizzato ai cittadini, non contro le forze dell’Ordine.

Poi rivolge un appello al Comandante della Guardia di Finanza: “Faccio questa cosa per difendere tutti i cittadini che non possono difendersi. Le regole non vanno applicate in modo stolto e contro i cittadini, non siamo cittadini che offendono o trasgrediscono. E se si rompe una mascherina non è un delitto, mi rivolgo al comandante generale della Guardia di Finanza”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche