Condividi

Caso Alfie. Il bimbo per adesso non potrà essere portato in Italia

L’Italia è pronta ad accoglierlo, ma la giustizia britannica ribadisce il suo ‘no’.

Arriva stasera da Manchester, sede dell’ennesima udienza straordinaria sul caso, l’ultima doccia fredda per i genitori del piccolo Alfie Evans:

che nella sua stanza dell’Alder Hey Hospital di Liverpool non s’arrende e continua a respirare da ore, con la spina ormai staccata, in barba a tutte le previsioni.

Una resistenza inattesa che alimenta le polemiche, nel Regno e soprattutto in Italia, costringendo la magistratura a riesaminare il dossier.

 

Senza produrre però, almeno all’apparenza, cambiamenti sostanziali.

“Abbiamo sinceramente paura”, ha affermato uno dei dottori che hanno in cura il piccolo.

Il giudice Hayden aveva inoltre criticato alcune persone vicine ai genitori accusandole di dare “false speranze”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLiverpool-Roma: scontri fra tifosi
Prossimo articoloRoma, alunno sale in cattedra: "Buco di c..." davanti alla professoressa