Condividi
renziMatteo Renzi ama le passerelle, le passatoie e gli zerbini. Figurarsi se poteva perdere l’occasione di calpestare quella di Milano per l’apertura della Settimana della Moda, autoproclamandosi alfiere del Made in Italy”.

Milano – E’ il commento del coordinatore di Italia Unica, Lelio Alfonso che prosegue: “Di queste apparizioni elettorali dove il Pd fatica a trovare consenso ne dovremo subire parecchie da qui a giugno. Del resto, con voli blu e agende disegnate ad hoc, si prendono due piccioni con una fava. Ma piccioni i cittadini non sono e capiscono la differenza tra la propaganda e la realtà. Ad esempio, perché il premier non si sofferma sul buco da decine di milioni di Expo che il commissario-candidato Giuseppe Sala, scarica anche sui conti pubblici e sulle casse comunali? Non basta – puntualizza Alfonso – la promessa di un investimento per il dopo Expo scippando a Genova l’Istituto di Tecnologia per occupare pochi metri quadri della vasta area, ora desolatamente vuota, dell’evento internazionale”.

“Significa non avere visione, progetti, idee. A Roma come a Milano è caratteristica evidente del Renzismo. Restano le passerelle, appunto. Ma anche a furia di percorrerle si rischia di calpestare il buonsenso”,  conclude l’esponente del movimento fondato da Corrado Passera.
Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIL DEPUTATO SICILIANO CHE PRENDE 11 MILA EURO AL MESE: "MI SERVONO PER I REGALI DEI MATRIMONI"
Prossimo articoloI giudici CONDANNANO L'UOMO DERUBATO, MA NON IL LADRO ROM. ECCO GLI INCREDIBILI DETTAGLI