Allarme della Bild: «Possibili attacchi chimici dei terroristi: nel mirino acquedotti e industrie»

Il governo federale tedesco e l’Anticrimine in un rapporto hanno messo in guardia la popolazione sul pericolo di possibili attacchi chimici da parte dei terroristi.
A scriverlo è la Bild di oggi, secondo cui attentatori islamisti «avrebbero intenzione e sarebbero già in grado di reperire e impiegare grandi quantità di sostanze chimiche». Come «opzione realistica» viene indicata l’attacco chimico all’acqua potabile delle case di più famiglie oppure a generi alimentari.
Allarme anche su possibili attacchi a impianti o trasporti dell’industria chimica, si legge ancora. «Nel rapporto si descrivono in modo dettagliato i rischi a cui è esposta la popolazione, nel caso di un attacco chimico, e come sono preparati gli enti della sicurezza, gli ospedali, e le organizzazioni dei soccorritori» per far fronte a casi del genere.
Il documento parla altresì di «un gruppo terroristico determinato e in possesso di competenze tecniche» che «potrebbe essere in grado di utilizzare ai suoi scopi, nell’ambito di un attentato, il potenziale di materiale chimico pericoloso presente in Germania».
La produzione propria e l’uso di sostanze chimiche, infine, per «attacchi di vasta dimensione» sarebbero invece da escludere, aggiunge il rapporto.

Riccardo Ghezzi
Roma, 24/1/2017