Condividi

SOS043Pechino, 27 settembre 2013 – Enormi calabroni hanno seminato morte e terrore nello Shaanxi (Cina centrale), uccidendo 28 persone e ferendone decine. Lo riferisce la stampa cinese. Le autorita’ locali hanno affermato che molte delle vittime sono state colpite nonostante siano immediatamente fuggite. I calabroni le hanno inseguito per 100-200 metri e alcune di loro sono state colpite centinaia di volte. Il veleno contenuto nei pungiglioni degli insetti – che si ritiene appartengano alle famiglie della Vespa mandarinia o della Vespa velutina nigrithorax – puo’ danneggiare gravemente i reni o causare uno shock anafilattico.

(da corriere.it) Sciami di calabroni stanno seminando morti nella provincia meridionale cinese dello Shaanxi. In tre mesi le vittime sono almeno 28 e negli ultimi giorni gli attacchi sono aumentati perché l’autunno è la stagione in cui la specie di calabroni che infesta quelle campagne è più attiva. La situazione è seria, tanto da aver richiamato l’attenzione dei medici militari. Il direttore del reparto nefrologia dell’ospedale dell’Esercito a Chengdu dice che il tasso di mortalità tra le persone punte è relativamente alto in Cina, perché molte vittime sono abitanti di remote zone agricole che non possono ricevere cure tempestive. Di qui la mobilitazione del personale militare.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteTentato omicidio e sequestro,arrestato imprenditore
Prossimo articoloCarabinieri: stele e piazza intitolati a Tiziano Della Ratta