Allerta fake news: nessun uragano in arrivo sull’Italia. Ecco perché è una bufala

cioè una zona centrale pressoché sgombra da nubi, e dall’improvviso prevalere dei fenomeni termici (aria calda e umida che sale all’interno della colonna atmosferica)

su quelli dinamici, per cui il nucleo stesso della depressione

– contrariamente a quanto accade solitamente nei centri di bassa pressione delle medie latitudini – appare occupato da aria più calda di quella circostante.

Tuttavia ci sono alcune fondamentali differenze tra un TLC e un vero e proprio ciclone tropicale.

L’aspetto più importante è che nei TLC resistono alcuni processi tipicamente dinamici (non dovuti quindi al riscaldamento dell’aria dal basso),

e in particolare si osserva ancora la presenza di un sistema frontale, indizio di zone in cui sono presenti avvezioni calde e fredde

(cioè spostamento di aria più calda verso regioni relativamente più fredde e viceversa).

Ebbene nei cicloni tropicali non si osservano MAI fenomeni avvettivi se non quando il ciclone stesso comincia a perdere

le sue caratteristiche tropicali per trasformarsi in una tempesta delle medie latitudini (dominata quindi da fenomeni dinamici).”