ALPINO DI 25 ANNI SI IMPICCA IN CASERMA: ‘TEMEVA CHE PRESTO SAREBBE RIMASTO SENZA LAVORO’

E’ stato trovato morto impiccato nella caserma di Chiavari: a togliersi la vita un alpino di 25 anni originario della Basilicata che da tempo era stato trasferito in Liguria dove, insieme a polizia e carabinieri, si occupava del pattugliamento nell’ambito dell’operazione “strade sicure” della provincia di Genova. A trovare il corpo senza vita del militare sono stati i suoi commilitoni. Le indagini sono state affidate ai carabinieri della compagnia di Chiavari. La notizia del suicidio del militare ha causato profondo dolore a Chiaromonte, in  provincia di Potenza, la città dalla quale il giovane proveniva. Sconcerto anche a Francavilla sul Sinni e San Severino Lucano, dove l’Alpino era molto conosciuto e stimato.

In queste ore i carabinieri della compagnia di Chiavari stanno analizzando una serie di fogli scritti dal soldato, che a quanto pare temeva non gli rinnovassero il periodo di ferma. Il ragazzo era arrivato nel Levante da un mese, ma era effettivo a Fossano, in Piemonte. Era un volontario e il suo contratto stava per scadere. Negli ultimi giorni il militare temeva che non gli sarebbe stato rinnovato e che sarebbe rimasto disoccupato. Per vergogna nei confronti dei genitori a cui non voleva dare una delusione, ieri notte si sarebbe impiccato. I suoi commilitoni, anche quelli con cui aveva stretto un’amicizia più profonda, hanno raccontato che il 25enne non aveva mostrato segni di malessere e che sembrava tranquillo.

Un mese fa suicida anche un soldato americano a Vicenza

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche