Ameba mangia cervello nell’acqua, muore un ragazzino. Chiuso l’acquapark: è allarme

Ameba-mangia cervello nelle piscine. Morto un ragazzino: chiuso l’acquapark

Un centro acquatico del North Carolina, negli Stati Uniti, Il Whitewater Center, è stato chiuso dopo la morte di un ragazzino di 15 anni che si era immerso nell’acqua delle piscine. Al teen-ager era stata diagnosticata una forma di meningoencefalite amebica primaria (PAM), una malattia infettiva portata dal batterio naegleria fowleri, detta anche ameba mangia-cervello, del quale sono state trovate tracce di dna nelle acque del luna park acquatico.

Il contagio avviene se l’acqua contaminata giunge accidentalmente all’interno delle cavità nasali, queste forme, seguendo un gradiente di temperatura a loro favorevole, possono penetrare attraverso la mucosa olfattiva, risalire lungo le fibre del nervo olfattivo in cavità cranica attraverso la lamina cribrosa dell’Osso etmoide, fino ad arrivare al cervello attraverso i bulbi olfattivi.

fonte liberoquotidiano