Condividi

Hanna Cornelius, studentessa di 21 anni, è stata rapita, violentata e uccisa da quattro uomini.

Secondo quanto racconta Leggo, la giovane voleva aiutare un amico in difficoltà, Marsh, ma ha pagato la sua generosità con la vita. Hanna Cornelius, 21enne di Città del Capo è stata violentata per ore e poi uccisa a sassate da una gang che stava dando fastidio a un suo amico.

La ragazza aveva notato il giovane in difficoltà e si è avvicinata cercando di allontanare i suoi aguzzini, ma a quel punto è diventata lei il loro bersaglio.

Leggi anche:  Taranto, violenze e abusi sui figli: arrestati madre, compagno e un amico

La studentessa si era fermata con la sua auto per auiutare il compagno di studi in difficoltà: aveva visto che la gang lo stava prendendo in giro e lo provocava, ma il suo gesto ha scatenato la loro ira e la conseguente barbara violenza.

Il gruppo avrebbe condotto Marsh tra i cespugli: tre uomini gli hanno fatto poggiare la testa su una roccia e poi lo hanno colpito con alcuni mattoni finché non hanno creduto che fosse morto.

Articolo precedenteTumori, trovato il codice di autodistruzione delle cellule
Prossimo articoloRaffiche di 180km: nave da crociera alla deriva