Condividi

I caschi rossi hanno protestato mercoledì mattina in Cordusio. Oggi l’appuntamento è sotto il palazzo della Regione. I motivi dell’agitazione“

Stanno combattendo per i cittadini che ogni giorno servono e aiutano. E per loro stessi. Perché condizioni di lavoro inaccettabili per loro significano, inevitabilmente, meno sicurezza per gli altri. Per questo hanno riassunto la loro rabbia in uno striscione dal significato inequivocabile: “Al servizio del cittadino, non servi dello Stato”.

Sono stanchi del trattamento loro riservato i vigili del fuoco di Milano, che mercoledì mattina hanno manifestato in piazza Cordusio per chiedere al governo e a chi ne ha le facoltà di fare qualcosa.

“Aiutateci ad aiutarvi”, l’appello rivolto dai pompieri ai milanesi. Il problema più grande, quello più sentito, riguarda la carenza di personale che i vigili del fuoco si trovano ad affrontare ogni giorno. “In altre nazioni europee – hanno denunciato – il rapporto tra vigili del fuoco e cittadini è di un pompiere ogni 1500 persone. A Milano il rapporto diventa un vigile del fuoco ogni 30mila abitanti”.

 

Fonte: MilanoToday
10 Dicembre 2015

 

 

l

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIl figlio muore a 20 anni ma non si rassegna: manda sms e un giorno riceve una risposta
Prossimo articoloFACEBOOK: IN ARRIVO IMPORTANTI NOVITA'. ECCO QUALI SONO