Condividi

Milano, ai domiciliari il chirurgo Norberto Confalonieri. Diceva: “Ho rotto un femore per allenarmi”

Per i pm, il direttore di Ortopedia e Traumatologia all’ospedale Gaetano Pini ha favorito alcune società in cambio di contratti di consulenza e altri benefit: “Asservito a interessi di società fornitrici di protesi”. Le accuse sono di corruzione e turbativa d’asta. Indagati anche quattro tra agenti e dipendenti delle aziende da cui la struttura comprava le protesi – LE INTERCETTAZIONI

“Eh l’ho rotto (…) gli ho fatto la via d’accesso bikini (…) per allenarmi (…) oggi ho fatto una vecchietta per allenarmi no!”. Sono parole – intercettate – del primario di ortopedia dell’ospedale Gaetano Pini di Milano, Norberto Confalonieri, che raccontava di aver “provocato la rottura di un femore ad un’anziana paziente 78enne, operata” nel pubblico, “a suo dire per ‘allenarsi’ con la tecnica d’accesso anteriore ‘bikini’” in vista di un “intervento privato”.

Questa ricostruzione è contenuta nell’ordinanza di custodia cautelare con cui il gip Teresa De Pascale ha disposto gli arresti domiciliari per l’ortopedico, accusato di corruzione e turbativa d’asta.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteGuarisce dal cancro durante la gravidanza, muore il giorno dopo il parto di due gemelli
Prossimo articoloIl poliziotto eroe, la professoressa e il turista in viaggio di nozze: ecco le vite spezzate dalla follia islamica