Non si da per vinto: dopo 11 anni, 33 tentativi e 14 istruttori diversi riesce a prendere la patente

Passati i 40 anni, però, Christian si ritrovò a dover viaggiare sempre più spesso per lavoro e quindi a trovarsi in serie difficoltà: doveva spendere una fortuna in taxi o chiedere in continuazione passaggi a colleghi e amici che non sempre erano disponibili.

Così a gennaio, spinto dalla necessità, ha disseppellito l’ascia di guerra e ha dato nuovamente l’assalto al suo sogno proibito, annunciando tra lo scetticismo generale che avrebbe tentato ancora di prendere la patente. 

«Tutti ridevano e mi dicevano di non farlo, ma io ero assolutamente determinato, volevo dimostrare che potevo riuscirci – racconta Christian – Ci deve essere un Dio, perché ho pregato ogni notte: e alla fine ho superato tutti i test, che erano addirittura molto più difficili di quelli che avevo affrontato in passato. C’erano prove di guida, test di teoria e di percezione dei rischi: sono così orgoglioso di me stesso, questa vittoria mi ha cambiato la vita, è come se avessi raggiunto tutto quello che volevo davvero raggiungere, era l’unica cosa che mi restava da fare. Il mio motto è sempre stato “non smettere di crederci”». Ora Christian potrà andare a lavorare su Percy, la Smart di seconda mano che ha appena acquistato.

 

leggo

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche