Condividi

Poi ha ringraziato un sacerdote che l’ha aiutata e ha chiesto scusa al personale dell’hotel: «Spero che ilmio gesto non porti problemi al vostro lavoro». Sono gli agenti del commissariato di zona ad indagare. Almeno durante il primo sopralluogo non ci sarebbero dubbi che si tratti di suicidio.

La porta d’ingresso della camera è stata trovata chiusa dall’interno. Nessun segno di effrazione o colluttazione. Erano due giorni che la donna aveva preso la stanza. «Sembrava una normale cliente» dice un dipendente.

Il Messaggero

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePadova. Urla "Allah akbar" e inneggia a Barcellona, poi picchia due poliziotti
Prossimo articoloMelanoma confuso per una cisti, Orazio aveva appena 26 anni. La mamma chiede giustizia