Condividi

Dopo giorni di agonia, Antonietta Gargiulo si è svegliata

La donna ferita dal marito Luigi Capasso, si è risvegliata dallo stato di sedazione a cui è stata sottoposta dal 28 febbraio scorso

Nelle scorse ore ha ripreso conoscenza e comincia a capire le persone che sono intorno a lei.

Ancora non può parlare perché le è stata ricostruita la mandibola, non respira autonomamente, ma piano piano riacquisterà le forze.

Insieme allo psicologo probabilmente farà un percorso a ritroso di quanto accaduto la mattina del 28 febbraio scorso,

fino a ricordare quando a terra, colpita da tre colpi da arma da fuoco, si preoccupava per le sue bambine e chiedeva aiuto.

Con cautela, si sta tentando, con supporto degli psicologi e dei familiari, di riportare la donna alla realtà ma prima è necessario sapere cosa lei ricordi dell’accaduto.

 

 

Una procedura lenta e dolorosa; difficile da prevedere il tempo necessario per portarla a compimento.

VENERDÌ I FUNERALI DI ALESSIA E MARTINA Fissata la data dei funerali di Alessia e Martina.

Il rito funebre per le sorelline di 7 e 13 anni – spiega il quotidiano LEGGO – si svolgerà venerdì mattina nella chiesa di San Valentino a Cisterna, la chiesa dove la madre delle piccole, Antonietta Gargiulo faceva la catechista.

Improbabile la sua presenza dato che è ancora in terapia intensiva al San Camillo di Roma.

 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteHa la pancia piatta e il ciclo regolare, 19enne partorisce una bimba: "Non sapevo di essere incinta"
Prossimo articoloCucciolo rischia di morire congelato: "si è accasciato davanti ai poliziotti, come se chiedesse aiuto"