Morto Antonio Zanelli, il poliziotto investito domenica scorsa

Un uomo, Antonio Zanelli, è stato investito in strada da una Mercedes. Le sue condizioni ai soccorritori sono apparse disperate fin da subito.

L’auto era condotta da una donna di 91 anni. La vittima si trovava in bici ed è stata scaraventata a terra nella rotonda a Torre del Moro. Di fianco all’uomo, la compagna. L’episodio Domenica 24.

E’ notizia di queste ore, in seguito ad un annuncio del sito ASAPS, la morte del ciclista, dopo giorni di agonia in ospedale. Antonio Zanelli aveva 48 anni ed era un poliziotto.

L’uomo, assistente capo della Polizia di Stato, era in forza al CAPS, al Centro di addestramento della polizia stradale, dopo che in precedenza aveva prestato servizio presso la stazione dello stesso corpo a San Piero in Bagno.

Entrato in Polizia nel 1992 era tornato in romagna nel 1999 proveniente dalla Scuola Allievi Agenti di Alessandria. Antonio era uno “stradalino” appassionato, ma anche uno sportivo. Sciatore e ciclista, con la sua bici si dilettava in lunghe passeggiate.

“Ciao Antonio – salutano gli amici dell’Asaps – La strada ci porta via un altro valido operatore di polizia travolto incolpevolmente mentre passeggiava in bicicletta in compagnia di sua moglie”

 

foto pubblicata da ASAPS

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche