Condividi

159 volante.jpgNapoli, 3 gennaio 2014 – L’ha strangolata e poi ha chiamato la polizia per denunciare.
Un uomo di 79 anni, Antonio Parisi, ha strangolato e ucciso la moglie Paolina Gargiulo di 69 anni, poi ha chiamato la polizia per denunciare l’accaduto. E’ accaduto a Napoli, zona Secondigliano. L’uomo ha raccontato alla polizia che la moglie era malata terminale e che per questo l’ha strangolata con un filo elettrico. La donna, secondo quanto appurato, era malata ma non era terminale bensì aveva problemi di natura psichica; era anche in cura al centro di Igiene mentale, distretto di Secondigliano. I due erano sposati da 42 anni e hanno tre figlie, due vivono a Milano ed un’altra nel quartiere napoletano di Scampia. I problemi della donna sono venuti fuori pochi anni dopo il matrimonio. Già due anni fa, nel maggio 2013, Antonio Parisi tentò di uccidere la moglie: lo fece colpendola con un mattarello. L’uomo fu arrestato e scontò quasi un anno ai domiciliari.

Fonte

ANSA

E.R.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteSbarcati i migranti della Ezadeen. In Calabria donne e bambini
Prossimo articolo'Ndrangheta. Vescovi Calabria: "è opera del male e del maligno".