Condividi

Emanuele aveva perso il papà Carabiniere a soli 14 anni. Una vita vissuta con tanta passione. Ieri sarebbe stato il suo 42esimo compleanno. E invece sono stati celebrati i suoi funerali.

Una sorte tragica quella di Emanuele Anzini, il Carabiniere investito a Terno d’Isola da un ubriaco mentre si trovava, per motivi di servizio, impegnato in un posto di controllo.

Emanuele Anzini aveva 41 anni. Una serie di coincideze e date hanno segnato la sua vita. Nella giornata del 18 Giugno, avrebbe compiuto 42 anni, ma non solo: anche 20 anni esatti di servizio. Proprio il 18 Giugno diventata Carabiniere.

Purtroppo, il 18 giugno sarebbe stata, un giorno, anche la data del suo funerale. Era papà di una ragazza di 19 anni Emanuele, originario di Sulmona ma convivente con la sua Susana nel bergamasco, dove prestava servizio.

Al suo fianco da tempo, Susana Pagnotta adesso accarezza il berretto del suo amato. Emanuele aveva voluto indossare l’uniforme dell’Arma dei Carabinieri, proprio come quella del suo papà. Il padre infatti era stato a lungo un Carabiniere. Lo aveva perso presto però, a soli 14 anni.

LEGGI ANCHE: Emanuele, ucciso in servizio. I funerali nel giorno del suo compleanno: “vogliamo ricordarti sorridente come eri tu”

Ed anche qui, se vogliamo, una terribile analogia: la figlia di Emanuele di anni ne ha solo pochi di più. Ne ha 19. Quando ha avuto la terribile notizia, era intenta ad organizzare la sua sessione di esami.

Anche i colleghi della Polizia in lutto per Emanuele Anzini “i veri encomi li merita chi per quattro spiccioli va in strada”

Articolo precedenteMomenti di paura e spari in tribunale: un attentatore con viso coperto GAP e armi è stato abbattuto dalla polizia a Dallas
Prossimo articoloTenta di violentare la donna che lo ospita e poi pesta i Carabinieri, arrestato