“Stavo morendo di dolore, i poliziotti mi hanno salvato”

Arborea (Oristano) – Si è sentito male ed è stato letteralmente salvato da due agenti delle volanti. La storia a lieto fine è raccontata da Sara Pinna in un articolo de l’Unione Sarda. “Per la prima volta vedere i poliziotti in strada è stato veramente un piacere. Mi hanno salvato. Senza di loro non sarei mai riuscito ad arrivare in ospedale”. Questa raccontata dal quotidiano sardo è la storia di un giovane, 22 anni, di nome Luca Campanaro che ha voluto ringraziare i due agenti giunti in suo soccorso.

Racconta, l’Unione Sarda, che l’attenzione dei poliziotti sarebbe stata catturata lungo la provinciale 97, da un’auto proprio alle spalle della volante la quale “azionava in continuazione i fari e suonava il clacson”. I poliziotti hanno così immediatamente che qualche cosa non quadrava. “Non riuscivo più a guidare – racconta il giovane al gionale -, stavo morendo dai dolori dopo aver già percorso diversi chilometri”. Luca era infatti stato colto da coliche renali.

“Gli agenti a quel punto hanno immediatamente fatto sdraiare il ragazzo nella sua macchina – si legge – per trasportarlo d’urgenza all’ospedale di Oristano. Un poliziotto guidava l’auto del giovane, mentre l’altro agente faceva da scorta con la volante in modo da arrivare velocemente al San Martino.

“I poliziotti sono stati velocissimi – ha raccontato Luca Campanaro –, ma anche premurosi. Li ringrazio veramente tanto”.