Condividi

L’arresto di uno dei responsabili è stato non poco difficoltoso, rendendo necessario l’impiego di ben 5 militari per tenere a bada una sola persona

Pavia – Ha ferito un carabiniere, morsicandolo a un polso. E’ accaduto a Vigevano, in provincia di Pavia. Intervenuti per sedare una lite fra cittadini extracomunitari, i militari hanno visto l’uomo, un 31enne tunisino, prendere da una fessura di un muro in costruzione un machete e un martello. I carabinieri hanno disarmato il 31enne, che però ha opposto resistendo, fino a mordere un militare al polso sinistro, provocandogli ferite guaribili in dieci giorni.

Fermato, l’uomo ha tentato di provocarsi delle ferite, dando testate all’auto di servizio. Al pronto soccorso si è presentata anche la moglie dell’uomo, una cittadina italiana di 44 anni, che ha a sua volta aggredito i carabinieri ed è stata denunciata. Il 31enne è stato arrestato per lesioni aggravate a pubblico ufficiale e porto abusivo di attrezzi atti ad offendere. L’arresto del 31enne è stato non poco difficoltoso, rendendo necessario l’impiego di ben 5 militari per tenere a bada l’uomo.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteScoppia un'ambulanza travolta dalle fiamme: un ferito e diversi danni
Prossimo articoloI militari dell’Esercito: “Senza riposo, indennizzati con mesi di ritardo ed ore di straordinario tagliate. Siamo custodi della Sicurezza del Paese”