Condividi

Gia’ arrestato nel 2015, e liberato dal Tribunale dopo la convalida, un uomo di 48 anni e’ finito in carcere con l’accusa di detenzione e divulgazione di un’ingente quantita’ di materiale pedopornografico. L’arresto e’ stato eseguito ieri dagli uomini della ‪#‎Poliziapostale‬ e delle comunicazioni di ‪#‎Pescara‬, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale dell’Aquila su richiesta del pm che ha coordinato le indagini. L’uomo, disoccupato, convivente con l’anziana madre, era gia’ stato oggetto di analoga attivita’ investigativa nel 2015 da parte degli stessi investigatori della ‪#‎poliziadistato‬ .

In quella circostanza era stato arrestato poiche’ nel corso di una perquisizione a suo carico era stata rinvenuta una ingente quantita’ di materiale pedopornografico: oltre 2.000 immagini e video ritraenti minori abusati o in atteggiamenti pornografici. Numerose delle vittime risultavano di eta’ inferiore ai tre anni. Dopo che l’uomo e’ stato rilasciato, il lavoro degli investigatori non si e’ fermato. Dalle successive attivita’ tecniche e, in particolare, dalle risultanze dell’analisi forense del materiale informatico sequestrato, e’ emerso un quadro probatorio a carico dell’indagato di assoluta rilevanza.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedente+++ PAOLO BROSIO RICOVERATO IN OSPEDALE +++
Prossimo articoloROGO THYSSEN, COLPO DI SCENA CHOC: "LE CONDANNE SONO DA ANNULLARE"