Condividi

Un decreto legislativo del 2017, emanato in ricezione di una direttiva Europea del 2014,

introduce la possibilità, per determinate categorie di persone, di usufruire di un #conto corrente gratuito per la gestione di alcune operazioni di base.

 

 

Lo spiega BlastingNews che riporta una inchiesta della “Stampa” secondo la quale nell’ultimo periodo i costi dei servizi legati ai conti bancari sono aumentati di circa il 40%, generando un bel po’ di malcontento tra tutti coloro che ne usufruiscono.

L’applicazione di questa nuova legge, dunque, rappresenta una buona notizia per una buona fetta della popolazione italiana,

anche se le operazioni legate all’apertura di un conto corrente di base saranno limitate in particolar modo all’invio o all’acquisizione di denaro, e all’utilizzo del bancomat.

Ricordiamo che la gestione di un conto ordinario comporta il pagamento di un canone fisso, più l’imposta di bollo qualora la giacenza media dovesse superare i 5.000 euro, senza dimenticare le commissioni relative a determinate operazioni.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteFisco, come donare denaro a parenti e familiari evitando le sanzioni fiscali
Prossimo articoloTfr, la trattenuta del 2,5% era illegittima e va rimborsata, ecco a chi spetta