Condividi

Trentino. Non solo M49, secondo i media locali ci sarebbe anche un altro orso a mettere in pericolo ed uccidere il bestiame, incubo di allevatori e agricoltori. Tra gli oltre 70 orsi e le famiglie di lupi, la popolazione inizia ad impensierirsi.

La scorsa settimana, riportano L’Adige e La Voce del Trentino, un orso ha sbranato un’asina. Ma non una qualunque: ha sbranato Morgana, da anni la beniamina dei bimbi e delle famiglie che partecipavano alle attività di trekking e giri in sella, in tante manifestazioni e sagre della valle.

Nei giorni precedente, altri due asinelli erano stati uccisi in zona.

Parole rotte dall’emozione quelle del suo padrone, Lorenzo: “non era un’asina qualunque: ci ero affezionato” spiega “Quando sono andato su a prenderla, mi si è stretto il cuore. Non pensavo che l’orso colpisse lì: c’era intorno un recinto elettrico a due fili, e il prato è vicino alla casa di un anziano che vive lì tutto l’anno, non credevo che l’orso si spingesse vicino alla casa, e invece…”

Lorenzo non aveva un recinto anti orso. Anche i forestali gliene hanno chiesto il motivo: “Ho dieci asini, dislocati in punti diversi, su 10 ettari di pascolo… non posso permettermi recinzioni alte e forti su 10 ettari. Magari fare un recinto più piccolo, come dicono i Forestali, ma io non credo che funzioni: un orso affamato dei cinque fili se ne fa un baffo, manco li vede, va avanti e sfonda… si fa presto a parlare, ma se non vivi con le bestie, non lo sai com’è”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCon tesserino falso gioca a fare il poliziotto
Prossimo articoloFirenze. Bomba del Capodanno 2016: poliziotto perde una mano dopo una bomba, tre su quattro condannati

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.