Condividi

Assegni familiari 2018: l’Inps ha comunicato i nuovi importi

L’Inps ha reso note le nuove soglie per avere diritto all’assegno familiare 2018 e i nuovi importi adeguati ai limiti di reddito.

Assegno familiare 2018: i soggetti esclusi

Le seguenti disposizioni fanno riferimento ai soggetti esclusi dalla normativa sull’assegno per il nucleo familiare,
Ma cosa sono gli assegni famigliari?

Semplice, si tratta di una forma di prestazione a sostegno del reddito delle famiglie di lavoratori dipendenti e pensionati a carico dell’INPS

che hanno un reddito complessivo al di sotto di determinate fasce stabilite ogni anno per legge, che andremo a vedere poco più avanti.

 

Risultati immagini per assegni familiari

 

N.B. Le tabelle assegni familiari 2018 Anf sono in vigore fino al 30 giugno 2018.

CHI PUO’ RICHIEDERLO? A spiegarcelo è GUIDAFISCO

Per poter accedere agli assegni 2018 il Nucleo Familiare del richiedente deve essere composto nel seguente modo:

  • Richiedente: lavoratore dipendente o titolare di prestazioni previdenziali
  • Coniuge: non separato
  • Figli o Equiparati come figli adottivi, affiliati, naturali legalmente riconosciuti o giudizialmente dichiarati, figli nati da precedente matrimonio, minori regolarmente affidati, nipoti minorenni viventi a carico del nonno o bisnonno che li mantenga perché conviventi o se non conviventi, con dichiarazione sostitutiva di atto notorio, che attesti il mantenimento dei nipoti. Figli legittimi o legittimati con meno di 18 anni; Figli maggiorenni che siano inabili senza limiti di età, purché non coniugati; Studenti o apprendisti dai 18 ai 21 anni compiuti, purché appartenenti a famiglie numerose con almeno 4 figli di età inferiore ai 26 anni
  • Fratelli, Sorelle, Nipoti del richiedente: minori o maggiorenni inabili, orfani di entrambi i genitori che non abbiano il diritto alla pensione per i superstiti e non siano coniugati.

Today aggiunge infine che gli importi delle prestazioni sono:

  • euro 8,18 mensili spettanti ai coltivatori diretti, coloni, mezzadri per i figli ed equiparati;
  • euro 10,21 mensili spettanti ai pensionati delle gestioni speciali per i lavoratori autonomi e ai piccoli coltivatori diretti per il coniuge e i figli ed equiparati;
  • euro 1,21 mensili spettanti ai piccoli coltivatori diretti per i genitori ed equiparati.Immagine correlata

Assegno familiare 2018: limiti di reddito

Secondo quanto riportato dall’Inps, il trattamento minimo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti risulta fissato dal 1° gennaio 2018 e per l’intero anno nell’importo mensile di euro 549,71.

In relazione a tale trattamento, i limiti di reddito mensili da considerare ai fini dell’accertamento del carico (non autosufficienza economica) e quindi del riconoscimento del diritto agli assegni familiari risultano così fissati per tutto l’anno 2018:

  • euro 714,62 per il coniuge, per un genitore, per ciascun figlio od equiparato;
  • euro 1250,58 per due genitori ed equiparati.I nuovi limiti di reddito valgono anche, secondo le disposizioni già in vigore e a suo tempo rese note, in caso di richiesta di assegni familiari per fratelli, sorelle e nipoti (indice unitario di mantenimento).

PER MAGGIORI INFORMAZIONI RISPETTO ALLE DICHIARAZIONI NEL 730 CONSULTA GUIDAFISCO

Schermata 2018-01-26 alle 18.34.11-2

Schermata 2018-01-26 alle 18.40.10-2

Schermata 2018-01-26 alle 18.42.00-2

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAAA accompagnatore cercasi: "Offro un lavoro pagato e in regola come accompagnatore, ma non trovo nessuno"
Prossimo articolo"Fabrizio Frizzi: "Dopo l’ischemia lotto per vedere mia figlia crescere. Non rinuncio a un'esistenza piena di forza"