Caso Uva, 11 anni di calvario in tribunale e ostilità sui social. Il segretario del COISP “si chieda scusa a poliziotti e carabinieri”

Il caso Giuseppe Uva è, come spiegato anche negli scorsi giorni, definitivamente concluso. La Cassazione ha infatti confermato l’assoluzione di sei poliziotti e due carabinieri per la morte dell’uomo, deceduto in ospedale a Varese nel giugno del 2008, dopo essere stato portato in caserma a seguito di un controllo.

Gli imputati, accusati di omicidio preterintenzionale e sequestro di persona, erano stati assolti sia in primo grado che in Appello, con formula piena “perchè il fatto non sussiste”.

Il ricorso, ricordiamo, era stato depositato dalle parti civili e dalla Procura di Milano che aveva chiesto condanne fino a tredici anni di reclusione per gli uomini in divisa.

Di questo caso giudiziario si è molto parlato. Tra un mese circa si conosceranno le motivazioni del verdetto degli “ermellini”

In queste ore, chiare sono le posizioni dei sindacati di Polizia che chiedono, giustamente, di non far passare in sordina la notizia.

“Ci aspettiamo che lo stesso clamore che hanno suscitato le accuse nei confronti dei nostri colleghi per la morte di Giuseppe Uva possa esserci anche oggi per chiedere loro scusa”.

Così si è espresso il Segretario Generale del Sindacato di Polizia Coisp Domenico Pianese, che ha proseguito “La Cassazione ha dichiarato innocenti oltre ogni ragionevole dubbio gli agenti di Polizia che per undici anni sono stati sottoposti, insieme alle loro famiglie, a un drammatico e ingiusto calvario”

 

“La loro assoluzione – continua il segretario – non può e non deve passare in sordina: chi in questi anni ha alimentato sentimenti di odio e di ostilità nei confronti delle Forze di Polizia, nonostante il processo non fosse ancora terminato, ora viene smentito da una decisione inequivocabile. Questa è una vittoria per tutti quanti: per le Forze dell’Ordine, per lo Stato Italiano e per tutti i cittadini” conclude.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche