Condividi

Alla vigilia della festa della donna, la moglie di Giorgio Almirante è intervenuta sul ruolo delle donne politica. “Il suffragio universale fu un evento di spettacolo perché in fondo le donne ieri, come oggi, erano presenti fisicamente ma non mentalmente”.

donnaassuntaalmirante

La memoria storica della Destra italiana è ancora lei, donna Assunta Almirante.

Alla vigilia della festa della donna, è intervenuta anche lei sul ruolo del sesso debole in politica. “Il suffragio universale – ha detto – fu un evento di spettacolo perché in fondo le donne ieri, come oggi, erano presenti fisicamente ma non mentalmente”.

Donna Almirante ricorda perfettamente quel 10 marzo del 1946, quando le donne ottennero il diritto di voto, ma non lo riconosce come giorno “di svoltà per la condizione femminile”. “Si preferiva- aggiunge – perché faceva comodo, fare le ancelle. Le donne erano le mamme di casa, mandavano avanti le famiglie e amministravano i soldi dei mariti, ma in realtà non c’era una vera e propria partecipazione, corale intendo, delle donne nella politica e nella rivendicazione dei diritti, opera diciamoci la verità, di poche figure femminili”.

“Non c’è stata in Italia una donna che ha fatto veramente da capobanda”, aggiunge donna Assunta. Lei, però, si è sempre fatta rispettare come “capo”: “Io sono sempre stata un capo famiglia – racconta a LaPresse – In quel periodo dirigevo le aziende agricole e non era una cosa ovvia. Ogni giorno avevo a che fare con gli uomini, uomini che avevano di certo qualche difficoltà a prendere ordini da una donna”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteProfughi, la Turchia cala l'asso "Adesso fateci entrare nell'Ue"
Prossimo articoloBullo picchia un 13enne più debole. Nessuno interviene, poi arriva un aiuto inaspettato - L'INCREDIBILE VIDEO