I calciatori dell’Astrea salutano Sissy, la poliziotta morta dopo due anni di coma. Lacrime e commozione in campo

La scorsa mattina nello stadio Casal del Marmo di Roma, anche la rappresentativa calcistica della Polizia Penitenziaria Astrea, prima dell’inizio della partita di campionato, ha voluto tributare un ultimo saluto alla sfortunata collega Sissy Trovato Mazza che qualche giorno fa è deceduta dopo due anni di coma.

Il “Comitato Civico di Sissy la Calabria è con te” ha lanciato una campagna di crowdfunding per chiedere verità e giustizia per la giovane calabrese Sissy Trovato Mazza, agente della penitenziaria in servizio a Venezia, deceduta lo scorso 12 gennai dopo oltre due anni di coma. La giovane era stata ritrovata nell’ascensore dell’ospedale di Venezia con un colpo d’arma da fuoco alla testa il primo novembre 2016.

Da allora numerosi sono stati i punti oscuri della vicenda: dal dna sull’arma all’assenza di sangue sulla parte finale della canna della pistola, dal computer inattivo alle motivazioni inesistenti per un “tentato” suicidio.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche