Kabul, attacco all’hotel degli stranieri: urlano ‘Allah Akbar’ e gettano persone dalle finestre. Morti e feriti

Kabul, attacco all’hotel degli stranieri: «Morti e feriti». Uccisi 2 terroristi, urlano ‘Allah Akbar’ e gettano persone dalle finestre

Notte di sangue a Kabul. Sono almeno 15, tra morti e feriti, le vittime di un attacco all’Hotel Intercontinental della capitale afghana assaltato da un gruppo di uomini armati, almeno quattro, presumibilmente talebani.

Ci sarebbero anche degli ostaggi.

L’attacco è iniziato attorno alle 21 locali quando gli assalitori sono entrati nelle cucine dell’albergo sparando all’impazzata sui clienti e spostandosi poi nei vari piani dell’edificio mentre la gente terrorizzata cercava riparo nelle stanze piombate improvvisamente nel buio.

Gli attaccanti hanno tagliato l’energia elettrica e secondo le prime confuse testimonianze uno di essi si è fatto esplodere.

Quasi subito è divampato un incendio che ha avvolto i piani alti dell’edificio: le fiamme, secondo fonti ufficiali afghane, sono state appiccate in una cucina del quarto piano.

Immediato l’intervento delle forze speciali, anche perché l’albergo era sotto stretta sorveglianza da quando, nel 2011, un attacco analogo provocò la morte di 20 persone, inclusi nove assalitori.

Secondo il portavoce del ministero dell’Interno Najib Danish un attentatore è stato ucciso. “Chiedo alle forze di sicurezza di aiutarci il prima possibile, prima che ci raggiungano e ci uccidano”,

è stato l’appello disperato lanciato da un ospite dell’Intercontinental, probabilmente via cellulare, e ripreso dai media internazionali. Lo riporta Leggo.

UN TESTIMONE: “PERSONE GETTATE DALLE FINESTRE” 

Quattro ore dopo l’inizio, l’attacco di un commando di terroristi all’Hotel Intercontinental di Kabul era ancora in corso,

in un quadro di grande tensione e senza ancora un bilancio ufficiale dei morti, che dovrebbero essere però almeno 15.

Mentre le forze speciali afghane cercano di raggiungere due dei quattro militanti ancora asserragliati ai piani alti dell’hotel,

un giornalista della tv Tolo ha riferito che secondo un uomo riuscito a fuggire gli attaccanti, sparando, hanno gettato alcuni ospiti fuori dalle finestre del terzo e quarto piano, al grido di ‘Allah u Akbar’.