Condividi

È di otto morti il bilancio provvisorio delle vittime causate dall’attacco di un kamikaze in una moschea nel nordest della Nigeria. Sette persone sarebbero rimaste ferite.

Otto persone sono rimaste uccise e altre 7 ferite a Konduga, nel nord della Nigeria, durante un attentato suicida in una moschea.

Il kamikaze si è fatto esplodere tra i fedeli durante la preghiera. L’attacco potrebbe essere una risposta all’arresto, nei giorni scorsi, di 22 jihadisti di Boko Haram ritenuti responsabili del rapimento delle studentesse di Chibok, nel 2014, e di almeno 50 attentati.

 

Risultati immagini per boko haram

 

“L’attentatore è entrato nella moschea alle 5.15 del mattino mentre i fedeli pregavano e si è fatto esplodere, uccidendo otto fedeli e ferendone altri cinque. Sette delle vittime sono morte nella moschea mentre un’altra è morta sulla strada per Maiduguri”, ha dichiarato l’uomo.

I bombardamenti suicidi contro obiettivi civili come moschee, mercati e stazioni degli autobus sono il segno distintivo della fazione di Boko Haram guidata da Abubakar Shekau. Molti dei kamikaze usati sono giovani donne e ragazze.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteGoverno, Matteo Salvini: nella prossima manovra il taglio delle tasse. Poi, sulle pensioni..
Prossimo articolo"Naufraga ma con lo smalto alle unghie", adesso la verità su Josepha: "era una fake news". Cosa è accaduto veramente