Condividi

Forzavano le porte blindate con lo shampoo, condannate due ladre

Due ladre d’appartamento che usavano i flaconi di shampoo vuoti per aprire le porte blindate sono state beccate e arrestate dalle forze dell’ordine di Padova

Condannate a otto mesi con pena sospesa due ladre d’appartamenti che riuscivano a forzare le porte blindate usando lo shampoo.

Indossavano i guanti per non lasciare impronte digitali e, dopo essersi introdotte in un condominio, tiravano fuori dalla borsa dei flaconi di shampoo vuoti e ritagliati. Erano questi gli “strumenti del mestiere” di due donne di origine croata, Aida Muratovich, 27 anni, e Susanna Radulovich, 20 anni, pregiudicata e incinta, arrestate dagli agenti mentre ceravano di mettere a segno un colpo in un condominio di Padova.

Purtroppo per loro, però, il proprietario era in casa e, quando ha sentito armeggiare alla sua porta, guardando dallo spioncino, ha visto le due ladre che provavano a forzare la suaporta blindata, utilizzando dei flaconi di shampoo intagliati insieme a dei cacciaviti.

Immediatamente l’uomo ha chiamato la polizia. Le due croate, sentendo la richiesta di aiuto, si sono date alla fuga, ma sono state intercettate sulla strada dagli agenti della Volante che le hanno arrestate.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMinaccia i passanti a coltellate, la folla in strada urla al poliziotto: "Sparagli, sparagli!" / VIDEO
Prossimo articolo"Guardate cosa succede dietro le quinte! Non posso più sedermi!" l'accusa al famoso programma televisivo