Condividi

Una maxi operazione dei carabinieri del NAS ha portato alla luce una produzione di prodotti pasquali che riutilizzava materie prime di scarto senza le necessarie condizioni igienico sanitarie

colombapasquale

Una maxi operazione del nucleo dei NAS di Pescara ha portato all’ispezione, al sequestro e  alla sospensione di 5 attività tra il capoluogo abruzzese, Teramo e Chieti in cui le forze dell’ordine hanno riscontrato gravi carenze igienico-sanitarie, prodotti privi di tracciabilità; alcune di queste pasticcerie e industrie dolciarie esponevano ad esempio alimenti che facevano apparire di “produzione propria” oppure freschi, in particolare dolci pasquali e colombe.

Le attività indagate acquistavano prodotti all’ingrosso per poi surgelali e rivenderli; in particolare, in un negozio posto sotto sequestro sono state trovate muffe e infiltrazioni nei soffitti dello stabile dove venivano prodotte colombe e tipici dolci pasquali. Complessivamente l’operazione ha portato alla sospensione di 5 attività site sul territorio abruzzese.

I carabinieri del NAS hanno sequestrato 4 tonnellate di prodotti dolciari, tra i quali ben 3000kg di confetti e materie prime che un’azienda in particolare utilizzava per produrre nuovi confetti lavorando nuovamente i “resi” che venivano trattati ad alte temperature per sciogliere la parte zuccherina in modo da recuperare la mandorla, per una nuova produzione.

Roma, 17 marzo 2016

fonte urbanpost

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteFORZA GIORGIA, SCONFIGGI I PREGIUDIZI
Prossimo articoloPuoi dire ADDIO alla PRESSIONE ALTA. L'INCREDIBILE SCOPERTA: “BASTA MANGIARE 5 DI QUESTI A SETTIMANA E STARAI BENE”! ECCO DI COSA SI TRATTA!