Condividi

Auto contro bus: Simon, 25 anni, muore sotto gli occhi dell’amica

È morto sul colpo. Tra le lamiere contorte della sua piccola Seat Arosa. Dopo il tremendo schianto con un autobus lungo la strada che collega Villa Castelli a Grottaglie.

In quell’abitacolo ridotto ad un rottame, intorno alle 13,30, ha perso la vita Simon Angelone, grottagliese di 25 anni. Il giovane era alla guida della utilitaria quando, per cause in corso di accertamento, ha impattato quel bus abitualmente utilizzato per il trasporto dei braccianti agricoli.

Dopo lo scontro con il grosso mezzo, sul quale c’erano solo il conducente e una passeggera, la sua macchina è schizzata in quella lingua di asfalto come una pallina da ping pong. é rimbalzata violentemente prima contro un muretto a secco e poi contro un palo. Una dinamica infernale che ha accartocciato la piccola Seat, senza dare scampo al giovane che era alla guida. Il ragazzo è rimasto intrappolato tra le lamiere insieme all’amica che era al suo fianco, una sangiorgese di 24 anni, che è rimasta ferita.

Subito è scattato l’allarme e sul posto sono piombate le pattuglie del commissariato di Grottaglie, della Polstrada, le ambulanze del 118 e i mezzi dei vigili del fuoco. Dallo scheletro della macchina è stata subito tirata fuori la giovane ferita.

La ragazza è stata condotta immediatamente al pronto soccorso dell’ospedale Santissima Annunziata, dove è stata medicata. Per lei diversi traumi e l’enorme shock di aver visto l’amico morire sotto i suoi occhi.

Sulla strada teatro della tragedia, invece, i vigili del fuoco hanno dovuto lavorare a lungo per tirare fuori il corpo dello sfortunatissimo ragazzo, rimasto intrappolato nell’abitacolo. Per lui purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteFamiglia rom va a rubare in Jeep, il guidatore tenta di investire un Carabiniere
Prossimo articoloREI: Al via dal 1 gennaio 2018 l’assegno da 485 euro al mese per le famiglie