Vigili del fuoco in crisi: “Mancano le autopompe. E’ come andare in guerra con la fionda”

“Questi sono solo giochetti per nascondere la realtà. Sarebbe responsabile ammettere che non riusciamo a garantire un soccorso serio e stanziare fondi per rimettere il sistema in efficienza. Qui nessuno parla chiaro alla politica dicendo delle gravi lacune del sistema. I distaccamenti dell’EUR e di Tuscolano I sono anche coinvolti nei piani di difesa civile in caso di incidenti o attentati di tipo non convenzionale ma come possono intervenire con dei mezzi rimediati e palesemente inadatti?”. Ha concluso: “Anche Palestrina in caso di attentato terroristico dovrebbe avvicinarsi al centro città a coprire le squadre impegnate sull’evento principale ma come lo fanno senza mezzi idonei?”.

“E’ come andare in guerra armati di fionda, è ridicolo e se non si svegliano i nostri dirigenti speriamo che il ministro Salvini e il sottosegretario Candiani prendano decisioni urgenti per rimettere in efficienza il parco mezzi dei vigili del fuoco di Roma”.