Violenta una bimba di 5 anni, ai poliziotti che lo arrestano: “Lei mi ha provocato”

Molesta sessualmente una bambina della scuola materna ma sostiene di essere stato provocato, è la notizia riportata da leggo nelle scorse ore che vede protagonista Il 75enne Cornelus Bezuidenhout,un cittadino sud africano che ora vive in Australia.

L’uomo è stato accusato di pedofilia dopo aver aggredito sessualmente una bambina di appena cinque anni. Torchiato dagli investigatori, l’uomo ha ammesso il fatto cercando di discolparsi con una scusa a dir poco assurda e vergognosa

L’episodio è maturato con la scusa di occuparsi della piccola: portarla a scuola, al parco, aiutarla a fare i compiti. Una volta conquistata la fiducia, l’uomo aveva invece abusato della bambina, compagna di classe del figlio che ha 5 anni.

A far venire a galla i fatti, spiega Leggo – è stata la stessa bambina stessa che vedendo l’uomo alla porta ha pregato i genitori di non farlo entrare. La mamma e il papà hanno chiesto spiegazioni, visto che erano soliti passare del tempo insieme, e la bambina ha raccontato di essere stata toccata dall’uomo.

Un episodio di stupro altrettanto atroce ma da diverse dinamiche è da segnalare anche in India, già tristemente nota per le violenze di gruppo. Questa volta, la vittima è una ragazza di 17 anni ricoverata in ospedale.

Secondo il racconto, cinque uomini, fra i quali un inserviente dell’ospedale, sono entrati nella camera ed hanno abusato a turno di lei. Indaga ora la polizia indiana, che ha già catturato uno dei responsabili

Dopo l’indignazione e le proteste scatenate dall’episodio, il governo indiano ha deciso di prendere dei provvedimenti. Adesso l’autore di uno stupro perpetrato ai danni di una vittima maggiorenne rischia per legge una pena di 20 anni da scontare in carcere.