Condividi

L’infermiera sbaglia la diagnosi e la bimba muore nel sonno a soli 10 anni. La piccola Mya-Louise Perri, era stata portata al Cromwell Primary Care Centre, di Grimsby, nel Regno Unito a causa di un forte dolore all’addome.

Al momento dell’accettazione non erano presenti medici, così un’infermiera ha visitato la bambina diagnosticandole un’infezione dell’apparato urinario e prescrivendole degli antibiotici.

Purtropppo però il dolore all’addome era in realtà un’appendicite acuta, così Mya è morta durante il sonno proprio nel lettino di casa sua dopo essere stata dimessa.

Al padre era stato detto che se avesse notato dei peggioramenti sarebbe dovuto tornare nuovamente in ospedale, ma Andrew Perrin non ha fatto in tempo.

La bambina, come riporta anche il Daily Mail, è morta per peritonite acuta ed è stato stabilito che a causare il decesso è stata proprio la diagnosi sbagliata.

 

 

Durante il processo è stato stabilito che l’infermiera, in assenza di medici, avrebbe dovuto chiedere il trasferimento della paziente, ma l’essersi presa la responsabilità della diagnosi ha condannato a morte la bambina.

«Era una di quelle bambine che danno energia a tutti quelli che le stavano affianco.

Dava il 110 per cento a scuola: le piaceva molto. Le piaceva lo sport e qualsiasi cosa in cui potesse essere coinvolta. Aveva molti amici. Era sempre aperta a conoscere tutti quelli che incontrava», ricorda il papà sconvolto dal dolore.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAriano Irpino, protesta dei detenuti: presi due ostaggi
Prossimo articoloVuoi controllare lo stato dei tuoi organi? Puoi, con questo semplice test